martedì 26 agosto 2014 - 00:00

Nuovi contributi per Ricerca e Innovazione della Regione Lombardia

Regione Lombardia ha pubblicato il nuovo bando per erogare contributi a fondo perduto a favore di processi di innovazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI)

Con il Bando Ricerca e Innovazione 2014 vengono erogati voucher a fondo perduto fino a 30.000€ per finanziare le seguenti misure di innovazione tecnologica:
- Misura A – adozione di tecnologie digitali – impresa smart (come ad esempio progetti sui temi della fabbrica digitale e dello smart building)
- Misura B – creazione e sviluppo di nuove tecnologie digitali,
- Misura C – MPMI for EXPO (realizzazione di progetti di innovazione di processo, prodotto e/o servizio in una delle tematiche previste dal bando tra cui agroalimentare, manifatturiero avanzato, aerospazio)
- Misura D – supporto alla partecipazione a programmi della Commissione Europea (Horizon 2020 e COSME),
- Misura E – capitale umano qualificato in impresa,
- Misura F – sostegno ai processi di brevettazione.

Le imprese potranno presentare domanda di contributo dalle ore 14.00 del 16 ottobre 2014 fino ad esaurimento delle le risorse.

Per maggiori dettagli clicca qui.

 

Leggi tutto...
martedì 29 luglio 2014 - 00:00

9.10.14: I numeri del Digital Manufacturing

9 Ottobre 2014 dalle ore 15.00 in CSMT

DIGITAL MANUFACTURING

I numeri del cambiamento tra opportunità e minacce

Evento coordinato da Gianni Rusconi, Giornalista de Il sole 24 Ore e Technopolis.

Durante la giornata verrà presentata la ricerca condotta da SCSM (Supply Chain & Service Management Research Group) per capire il fenomeno della rivoluzione digitale e l'impatto che esso sta avendo sul sistema manifatturiero.

Per scaricare la locandina del convegno, realizzato con il sostegno di SIEMENSclicca qui.

E' possibile iscriversi gratuitamente compilando il modulo on line.

immagine-locandina

 

Leggi tutto...
martedì 29 luglio 2014 - 00:00

Contributi a fondo perduto per le PMI con Horizon2020

Il programma europeo per le PMI è lo strumento finanziario con cui l`Unione Europea mette a disposizione contributi a fondo perduto a sostegno di aziende che sviluppano innovazione (di prodotto, di servizio, di processo o di modello di business) al fine di guadagnare competitività. I progetti devono avere caratteristiche di originalità ed un alto livello di innovazione.


L`agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a copertura del 70% dei costi ammissibili per i progetti, cioè le spese di personale, viaggi e trasferte, consulenze esterne, acquisto di beni o materiali direttamente connessi all`attuazione del progetto, più una quota forfettaria riconosciuta per le spese generali (pari al 25% del totale dei costi diretti).

Il Programma PMI finanzia progetti che sviluppano innovazione di prodotto, di servizio, di processo o di modello di business e focalizzati su un ampio spettro di temi che rientrano
tra quelli identificati all’interno dei bandi tematici di Horizon 2020 e che includono:
- applicazioni delle tecnologie dell’informatica e delle comunicazioni;
- nuovi materiali, nano-tecnologie;
- nuove metodologie produttive, manufatturiere e di processo (fabbrica del futuro);
- biotecnologie, biomarcatori, device diagnostici e medicali;
- tecnologie per la sicurezza e la protezione di infrastrutture critiche;
- trasporti;
- eco-innovazione e sfruttamento sostenibile delle materie prime;
- energia, efficienza energetica, fonti rinnovabili;
- produzione agroalimentare efficiente ed eco-sostenibile.

 horizon 2020 1

Leggi tutto...
mercoledì 11 giugno 2014 - 00:00

17.07.14 3D Printing: verso il rinascimento della manifattura?

Grazie alla stampa 3D il mondo manifatturiero si sta innovando e sta cambiando i suoi paradigmi.
La tecnologia additiva ha già rivoluzionato la fase di prototipazione, consentendo significative riduzioni del time-to-market e del costo di progettazione. Più recentemente, ha cominciato ad essere impiegata anche nella produzione di prodotti finiti, generando del vantaggio economico (rispetto alle tecniche tradizionali) all'aumentare della complessità e del livello di personalizzazione dei manufatti. A breve stravolgerà anche il post-vendita, semplificando la gestione delle scorte di parti di ricambio, stampabili ad hoc nel momento esatto del fabbisogno.

Il 17 luglio  si è tenuto a Brescia, presso la sede di CSMT, il forum

3D PRINTING
Verso il rinascimento della manifattura?

L'incontro è stato moderato da Gianni Rusconi, giornalista de Il Sole 24 Ore (autore di un articolo dedicato al tema http://goo.gl/ImID1S su Technopolis Magazine). 

Per scaricare la locandina dell'evento clicca qui.

E' possibile scaricare le presentazioni della giornata accedendo al portale http://www.inf-os.it/

gianni-rusconi

Cattura


 

Durante il convegno sono state presentate le testimonianze aziendali di SEF Srl e Bticino.

Alcuni numeri sul tema:

1. L'adozione delle tecnologie Additive nel 2013 è aumentata del 37% rispetto al 2012
2. Ad oggi, il volume di affari generato è di 3 mld $, ed entro il 2025 ne genererà 550 mld $
3. Entro il 2016, il 40% dei componenti di qualsivoglia prodotto finito potrà essere realizzato tramite stampa 3D.

Evento realizzato in collaborazione con 3dz logo rivenditore autorizzato di 3D Systems.

Leggi tutto...
mercoledì 30 aprile 2014 - 00:00

R&S: Nuovo credito d'imposta 2014

E' stato pubblicato il nuovo credito di imposta a favore delle imprese che investono in attività di ricerca e sviluppo, nel limite complessivo di 600 milioni di euro per il triennio 2014-2016. La misura prevede un credito d'imposta pari al 50% delle spese incrementali sostenute dalle imprese rispetto al periodo precedente, con un'agevolazione massima di 2,5 milioni di euro per impresa.

L'impresa potrà avere qualsiasi forma giuridica. Sono inclusi i consorzi e le reti di impresa che effettuano le attività di ricerca, sviluppo e innovazione. In questi casi l'agevolazione è ripartita secondo criteri proporzionali alla partecipazione di ciascuna impresa alle spese.

Il fatturato annuo aziendale deve essere inferiore a 500 milioni di euro e l'impresa dovrà sostenere una spesa minima di 50.000 euro in ricerca e sviluppo (per singolo periodo d'imposta). 

Spese ammissibili:

a) personale impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo; 

b) quote di ammortamento delle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio;

c) costi della ricerca svolta in collaborazione con le università e gli organismi di ricerca (o presso gli stessi), oltre ai costi per i brevetti, acquisiti oppure ottenuti in licenza da fonti esterne.

Leggi tutto...