News

  • Le aziende bresciane rispondono all’emergenza Covid-19: CSMT presenta con altri partner idee per il bando Innova Italia

    L’obiettivo è trovare soluzioni sfruttando le nuove tecnologie ma anche invitare sia le aziende alla riconversione della produzione, sia i centri di ricerca a trovare rapide applicazioni per le loro conoscenze di algoritmi di analisi e intelligenza artificiale, robot, droni.

    Diverse realtà bresciane si sono quindi coordinate mettendo a fattor comune le proprie competenze: partendo da CSMT Polo Tecnologico di Brescia, insieme alla rete di impresa IOBO, GP Progetti srl, Lean4Digital, A2A Smart City e RJ45. Tutte accomunate da solide competenze digitali, hanno presentato due diverse proposte per soddisfare la richiesta di “un’applicazione per il tracciamento continuo, l’alerting e il controllo tempestivo del livello di esposizione al rischio delle persone e conseguentemente dell’evoluzione dell’epidemia sul territorio.”

    Il primo progetto, presentato da CSMT, è un’app mobile per la gestione delle autodichiarazioni in modo facile e intuitivo per l'utente, basata su app analoghe sviluppate e attualmente funzionanti sul mercato. Quando l'utente deve effettuare uno spostamento, compila una nuova autodichiarazione inserendo le informazioni necessarie. I pubblici ufficiali avranno una specifica versione dell’app che permetterà di consultare rapidamente le autodichiarazioni fatte dall'utente validandole o segnalandone le difformità all’autorità competente. 

    Il secondo progetto, presentato da IOBO, prevede la realizzazione di una soluzione software e potenzialmente anche IoT per gestire ed efficientare i servizi di assistenza a domicilio basandosi su una soluzione già implementata dall’azienda Gulliver srl della rete IOBO. Lato paziente, il servizio permetterà di raccogliere parametri fisici manualmente o con dispositivi IoT e di coordinare di conseguenza il monitoraggio continuo da parte del personale medico. Sarà quindi possibile gestire tutte le informazioni e quindi monitorare la posizione di pazienti critici e le loro interazioni con altre persone.

    Entrambi i progetti permetteranno quindi di raccogliere dati complessi che forniranno informazioni preziose per capire e gestire nella maniera migliore l’emergenza.

    “In poco tempo - spiega l’Ing. Maddiona di CSMT - abbiamo trovato partner che si sono rimboccati le maniche condividendo idee e competenze: ognuno dalla propria abitazione, siamo riusciti a presentare il progetto che speriamo venga accolto in modo da contribuire attivamente al contenimento della pandemia”.

    Le aziende bresciane rispondono all’emergenza Covid-19: CSMT presenta con altri partner idee per il bando Innova Italia
  • torna