News

martedì 26 agosto 2014 - 00:00

Nuovi contributi per Ricerca e Innovazione della Regione Lombardia

Regione Lombardia ha pubblicato il nuovo bando per erogare contributi a fondo perduto a favore di processi di innovazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI)

Con il Bando Ricerca e Innovazione 2014 vengono erogati voucher a fondo perduto fino a 30.000€ per finanziare le seguenti misure di innovazione tecnologica:
- Misura A – adozione di tecnologie digitali – impresa smart (come ad esempio progetti sui temi della fabbrica digitale e dello smart building)
- Misura B – creazione e sviluppo di nuove tecnologie digitali,
- Misura C – MPMI for EXPO (realizzazione di progetti di innovazione di processo, prodotto e/o servizio in una delle tematiche previste dal bando tra cui agroalimentare, manifatturiero avanzato, aerospazio)
- Misura D – supporto alla partecipazione a programmi della Commissione Europea (Horizon 2020 e COSME),
- Misura E – capitale umano qualificato in impresa,
- Misura F – sostegno ai processi di brevettazione.

Le imprese potranno presentare domanda di contributo dalle ore 14.00 del 16 ottobre 2014 fino ad esaurimento delle le risorse.

Per maggiori dettagli clicca qui.

 

Leggi tutto...
martedì 29 luglio 2014 - 00:00

Contributi a fondo perduto per le PMI con Horizon2020

Il programma europeo per le PMI è lo strumento finanziario con cui l`Unione Europea mette a disposizione contributi a fondo perduto a sostegno di aziende che sviluppano innovazione (di prodotto, di servizio, di processo o di modello di business) al fine di guadagnare competitività. I progetti devono avere caratteristiche di originalità ed un alto livello di innovazione.


L`agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a copertura del 70% dei costi ammissibili per i progetti, cioè le spese di personale, viaggi e trasferte, consulenze esterne, acquisto di beni o materiali direttamente connessi all`attuazione del progetto, più una quota forfettaria riconosciuta per le spese generali (pari al 25% del totale dei costi diretti).

Il Programma PMI finanzia progetti che sviluppano innovazione di prodotto, di servizio, di processo o di modello di business e focalizzati su un ampio spettro di temi che rientrano
tra quelli identificati all’interno dei bandi tematici di Horizon 2020 e che includono:
- applicazioni delle tecnologie dell’informatica e delle comunicazioni;
- nuovi materiali, nano-tecnologie;
- nuove metodologie produttive, manufatturiere e di processo (fabbrica del futuro);
- biotecnologie, biomarcatori, device diagnostici e medicali;
- tecnologie per la sicurezza e la protezione di infrastrutture critiche;
- trasporti;
- eco-innovazione e sfruttamento sostenibile delle materie prime;
- energia, efficienza energetica, fonti rinnovabili;
- produzione agroalimentare efficiente ed eco-sostenibile.

 horizon 2020 1

Leggi tutto...
lunedì 28 luglio 2014 - 00:00

Finanziamenti agevolati alle imprese che investono in R&S

 Il 25 luglio 2014 è stato firmato il decreto per gli incentivi alle imprese con il quale vengono individuati i termini e le modalità di presentazione delle domande per l’accesso alle agevolazioni del Fondo per la crescita sostenibile, dirette a sostenere la realizzazione di progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale negli ambiti tecnologici individuati dal programma “Horizon 2020” dell'Unione europea.

Le agevolazioni sono concesse nella forma del finanziamento agevolato per una percentuale delle spese ammissibili in relazione alla dimensione d’impresa, pari al 70% per le piccole imprese, al 60% per le medie imprese e al 50% per le grandi. Il finanziamento agevolato ha una durata massima di 8 anni, oltre un periodo di preammortamento di 3 anni, e prevede un tasso agevolato pari al 20% del tasso di riferimento stabilito dalla Commissione europea, comunque non inferiore allo 0,8%.

I progetti di ricerca e sviluppo devono prevedere un ammontare complessivo di spese ammissibili compreso tra 800 mila e 3 milioni di euro e possono essere presentati dalle imprese singolarmente o in forma congiunta, anche con Organismi di ricerca, fino a un massimo di 3 soggetti proponenti.

I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie riportate nel decreto.

Per maggiori dettagli clicca qui.

 

Leggi tutto...
lunedì 07 luglio 2014 - 00:00

Il programma europeo Life+ per progetti nel settore ambientale

Il programma LIFE+  è lo strumento finanziario dell’Unione Europea che mette a disposizione contributi a fondo perduto a sostegno di progetti pilota, dimostrativi o di condivisione di buone pratiche su tematiche di tipo ambientale.

Il programma per il periodo 2014-2017 prevede alcune priorità quali:
- l’ambiente e l’uso efficiente delle risorse;
- la natura e la biodiversità;
- la governance e l’informazione in materia ambientale e di clima;
- la mitigazione o l’adattamento ai cambiamenti climatici.

Il bando per il 2014 è stato pubblicato il 18 giugno e le scadenze per la presentazione delle proposte cadono fra settembre ed ottobre 2014. La durata tipica dei progetti è attesa tra i 2 ed i 5 anni.

life

 

Leggi tutto...
mercoledì 02 luglio 2014 - 00:00

Credito d’imposta per investimenti in macchinari e impianti

Il Decreto competitività DL 91/2014 ha istituito un nuovo credito d’imposta per investimenti in macchinari ed impianti (art. 18) a partire dal 25 giugno 2014: si tratta di un credito d’imposta IRPEF/IRES pari al 15% delle spese sostenute per investimenti in nuovi macchinari e attrezzature, superiori a un importo unitario di 10.000€. La misura è descritta nell'art. 18 del D.L. 24.6.2014, n. 91.

Il beneficio spetta a condizione che i nuovi investimenti siano incrementativi rispetto alla media delle spese, per macchinari ed attrezzature, sostenute nel quinquennio precedente.
Per determinare la base di calcolo del credito d’imposta del 15% si deve calcolare la differenza tra l’importo degli investimenti sostenuti nell’anno dell’agevolazione (2014 o 2015) e l’ammontare della media degli investimenti, relativi alla medesima categoria di beni strumentali, sostenuti negli ultimi 5 periodi d’imposta.

Il Decreto competitività contiene inoltre alcune modifiche alla disciplina dell’ACE (aiuto crescita economica), prevedendo da un lato la facoltà di convertire le eccedenze ACE in credito d’imposta per il pagamento dell’IRAP e, dall’altro, il potenziamento per le sole società quotate in borsa.
L'ACE o Aiuto alla crescita economica prevede la deduzione dalle imposte sul reddito di un importo percentuale correlato all’accantonamento di utili a riserva o all’aumento di capitale (con apporti in denaro da parte dei soci). Tale deduzione è stata potenziata dalla legge di Stabilità 2014 al 4% per il 2014, al 4,5% per il 2015 e al 4,75% per il 2016.

Leggi tutto...